top of page

Case Green, arriva l'ok del parlamento europeo. E adesso?

La direttiva sulle emissioni degli edifici pubblici e privati punta alla ristrutturazione dell'intero parco immobiliare europeo per renderlo più sostenibile. Entro il 2033 tutti gli immobili residenziali dovranno rientrare nella classe energetica D: al momento nel nostro Paese 3 case su 4 sono in classi più basse.

Ma le classi saranno rimodulate.


Segue da Ns articolo del 26/01/23




Il Parlamento europeo ha dato il via libera alla cosiddetta direttiva sulle case green per l'efficienza energetica degli edifici in tutta Europa. L’ok è arrivato con 343 voti favorevoli, 216 voti contrari e 78 astenuti.

L’approvazione non vuol dire che l'entrata in vigore del provvedimento è vicina. Il recepimento degli Stati membri, infatti, probabilmente non avverrà prima del 2025.

Ora, dopo l’approvazione della Commissione europea, inizia il negoziato tra Commissione, Parlamento europeo e governi. Per avere tutto nero su bianco si potrebbe arrivare a luglio, mentre prima del 2025 è difficile che la direttiva diventi operativa.


COSA PREVEDE


La direttiva sulle emissioni degli edifici pubblici e privati punta alla ristrutturazione dell'intero parco immobiliare europeo per renderlo più sostenibile. Entro il primo gennaio 2030 tutti gli immobili residenziali dovranno rientrare nella classe energetica E. Tre anni più tardi sarà obbligatorio passare alla classe D, per arrivare alle emissioni zero al 2050. Gli edifici nuovi dovranno essere a emissioni zero a partire dal 2028. Per quelli di proprietà o gestione pubblica la scadenza è fissata al 2026.



⬇️IN SINTESI ⬇️



LE NOSTRE NUOVE COSTRUZIONI SONO GIA' "2028 READY"!





D.

30 visualizzazioni0 commenti

コメント


bottom of page